Motomondiale
Carattere

Vacanze finite, d'ora in avanti si fa sul serio ! Gli assi della MotoGP tornano in pista per il primo test ufficiale IRTA in programma al Sepang International Circuit dall'1 al 3 febbraio 2016. In questa pagina vi offriamo aggiornamenti, resoconti e classifiche ufficiali della tre giorni malese preparatoria all'edizione 2016 del campionato riservato ai prototipi.

GIORNO 3 - LORENZO IMPRENDIBILE DAVANTI A ROSSI E MARQUEZ. STONER QUINTO.

Condizioni meteo variabili nella terza ed ultima giornata di test ufficiali IRTA. La pioggia caduta sul circuito all'alba, ha costretto i piloti a ritardare di due ore l'inizio della sessione per l'eccessiva scivolosità dell'asfalto. Intorno alle ore 13:00 inoltre un improvviso acquazzone ha interrotto nuovamente il normale svolgimento dei test.

Avversità meteorologiche a parte, il grande mattatore in questo "day 3" è stato ancora una volta Jorge Lorenzo. A poco più di un'ora dalla fine della sessione, il maiorchino della Yamaha, è riuscito a scendere sotto i due minuti, 1:59.580 il best lap firmato dal campione del mondo in carica, che rappresenta il miglior riferimento cronometrico di questa tre giorni malese. Risultati positivi anche per Valentino Rossi, secondo in classifica con un ottimo 2:00.556. Il pesarese si è detto soddisfatto nel complesso ma consapevole che il gap di quasi un secondo (0.976) dal compagno di squadra è ancora troppo elevato.foto jorge lorenzo test motogp sepang 2016 day 3

Si conclude con il terzo posto odierno il test di Marc Marquez, 2:00.883 il best lap dello spagnolo agguantato a fine turno. I problemi della Honda non sono ancora del tutto sopiti ma il lavoro di messa a punto dell'elettronica comincia a dare i suoi frutti e Marquez si è detto soddisfatto dei progressi ottenuti sulla RC213V con motore EVO. Gli obiettivi prefissati rimangono però ancora lontani, come peraltro rivela il gap di 1.303 secondi con il leader della classifica Jorge Lorenzo. Buono anche il riscontro cronometrico di Pedrosa il quale, sfruttando la migliore combinazione gomme/elettronica, a fine giornata è riuscito a mettere a segno un 2:01.161 piazzandosi così in sesta posizione davanti a Petrucci.

Autore ieri di un sorprendente 2:00.095 battuto solo oggi dall'incredibile 1:59.580 di "Martillo", il pilota delle Fiamme Oro è stato ostacolato da noie tecniche che, per ben due volte, lo hanno costretto al rientro ai box. Tornato in pista a mezz'ora dalla fine, Petrux ha centrato un ottimo 2:01.217, non troppo lontano da un'ipotetica seconda fila.

La terza giornata di test è stata invece poco proficua per il Ducati Team. I due Andrea hanno continuato il lavoro di sviluppo e di adattamento alle coperture Michelin con la nuova Desmosedici GP 2016, mentre Stoner ha portato avanti il programma di prove previsto con la GP15. Iannone è stato anche autore di un'innocua scivolata mentre stava svolgendo una prova comparativa sulla moto 2015.foto casey stoner test sepang 2016 ducati desmosedici gp15

Rientrati in pista al termine dell'acquazzone i due piloti del Ducati Team hanno proseguito il test concentrandosi sulla Desmosedici GP 2016, ma purtroppo nel tardo pomeriggio alcuni inconvenienti tecnici hanno impedito ad entrambi di migliorare le proprie prestazioni.

La terza e ultima giornata di test si è quindi conclusa con Stoner 5° (2:01.070), Iannone 8° (2:01.233) e Dovizioso 13° (2:01.675).

Nei prossimi giorni i team si metteranno in viaggio verso l'Australia dove, sul circuito di Phillip Island, si svolgerà dal 17 al 19 febbraio il secondo test ufficiale 2016.

CLASSIFICA GIORNO 3 MOTOGP OFFICIAL TEST SEPANG 2016

GIORNO 2 - PETRUCCI IL PIU' VELOCE CON GOMME MORBIDE

La seconda giornata dedicata ai test ufficiali IRTA, presso il moderno circuito di Sepang, è stata caratterizzata da condizioni meteo ottimali. La temperatura fresca del mattino ha permesso a molti piloti di stabilire subito i loro tempi di riferimento.

Ad emergere su tutti dopo soli nove giri con gomme morbide, il nostro portacolori Danilo Petrucci, capace di fermare il cronometro su un sorprendente 2:00.095 che gli è valso il primo posto in classifica. Nessuno è stato in grado di abbassare il riferimento cronometrico del pilota ternano in special modo dopo che Michelin ha deciso di sospendere precauzionalmente l'utilizzo delle gomme morbide che sembrano aver provocato la brutta caduta del francese Loris Baz.foto danilo petrucci test irta sepang 2016

Il pilota del Team Avintia Racing, stava transitando sul rettilineo adiacente la corsia box quando la gomma posteriore della sua Ducati GP14 è letteralmente esplosa. Baz è finito a terra a 290 km/h ma fortunatamente è rimasto illeso. A seguito della caduta, le cui cause secondo alcune indiscrezioni pare siano attribuibili ad una errata pressione dello pneumatico, l'attività in pista è stata sospesa sotto esposizione delle bandiere rosse per più di un'ora.

La caduta di Baz, non è stata l'unica della giornata, anche Jorge Lorenzo è finito a terra senza riportare danni fisici. Nonostante un fastidioso mal di gola che lo ha costretto a prendere degli antibiotici, il tre volte iridato della classe regina ha portato a compimento 32 giri, con l’obiettivo raggiunto di conciliare al meglio la nuova elettronica con le gomme Michelin. Lorenzo ha firmato al trentunesimo passaggio il miglior riferimento cronometrico con gomme dure in 2:00.155, solo 0.060 secondi più lento di Petrucci.

La seconda sorpresa della giornata è l'ottima performance di Hector Barberà, terzo classificato con gomme morbide in 2:00.387, solo 0.292 secondi più lento del leader Petrucci.

Giornata nel complesso migliore per Marc Marquez, 2:00.843 il best lap ottenuto con gomma morbida che gli ha permesso di accaparrarsi il quarto posto in classifica. Per Marquez che ha compiuto cinquantadue giri in sella alla RC213V con motore EVO 2016, l'obiettivo era migliorare l'elettronica e la messa a punto del telaio per rendere la moto meno nervosa in accelerazione. Secondo quanto dichiarato a fine giornata, il passo avanti c'è stato, ma c'è ancora tanto lavoro da fare per raggiungere il grado di competitività desiderato.
foto marc marquez test irta sepang motogp 2016

Giornata positiva anche per Valentino Rossi, il quale è riuscito a sfruttare bene i 54 giri di pista compiuti migliorando il setup della sua M1 ed ottenendo un abbassamento di circa 0.7 secondi del best lap registrato ieri. Rossi si è quindi collocato in sesta posizione (2:01.021) davanti a Scott Redding - Octo Pramac Yakhnich (2:01.049).

In casa Ducati i due Andrea, Iannone (8° in 2’01.052 ) e Dovizioso (14° in 2’01.723) si sono concentrati solo sulla Desmosedici GP in configurazione 2016 effettuando diverse prove con gli pneumatici Michelin e ulteriori ritocchi al set-up dell’elettronica. All'opera anche il due volte iridato Casey Stoner (9° in 2:01.103) il quale ha affiancato nel programma di sviluppo i due colleghi italiani, dedicandosi in particolare al set-up del veicolo e dell'elettronica sulla GP15 del Ducati Test Team.

Giornata molto difficile per Dani Pedrosa il quale ha patito grossi problemi di aderenza con le gomme dure e con l'innalzamento della temperatura. Il pilota catalano e i suoi tecnici si sono quindi dedicati al tentativo di migliorare l'elettronica ed alla ricerca di una differente distribuzione dei pesi, ma ogni tentativo di progredire si è rivelato vano.

I piloti torneranno in pista domani per il terzo ed ultimo giorno di test in conclusione del quale sarà possibile tirare le somme sul lavoro svolto.

CLASSIFICA GIORNO 2 MOTOGP OFFICIAL TEST SEPANG 2016

GIORNO 1 - LORENZO IL PIU' VELOCE DAVANTI A ROSSI E PEDROSA

Si è conclusa nel segno di Jorge Lorenzo la prima giornata di test ufficiali IRTA che inaugurano ufficialmente l'attesissima stagione MotoGP 2016. Sul torrido circuito di Sepang il campione del mondo in carica ed i suoi avversari hanno potuto valutare il comportamento delle gomme Michelin e della nuova elettronica.

Lorenzo è stato il più veloce di tutti guadagnando la testa della classifica già al termine della prima ora e mantenendola sino a fine sessione grazie ad un ottimo passo. Decisivo il 32esimo giro chiuso in 2:00.684 con il quale lo spagnolo ha sugellato l’ottima prestazione chiudendo la sessione davanti al compagno di squadra Valentino Rossi, più lento di 1.033 secondi.foto valentino rossi yamaha test sepang 2016

Il pesarese ha trascorso più tempo in pista di ogni altro top rider, con un totale di 55 giri completati durante i quali ha potuto testare due diversi set-up della M1. Entrambi i piloti del Movistar Yamaha MotoGP hanno detto di essere soddisfatti di questa prima giornata, il feeling con l'elettronica e con le Michelin è buono, ma per fare un bilancio più preciso, occorrerà aspettare fino a mercoledì sera, quando le saracinesche dei box saranno di nuovo abbassate.

Alle spalle del duo Yamaha figura il più veloce dei due piloti ufficiali Honda, Dani Pedrosa (2:01.780) seguito dal ternano Danilo Petrucci autore di uno strepitoso 2:01.811 in sella alla Desmosedici GP15 del team Octo Pramac Yakhnich.

I due Andrea, Iannone (5°) e Dovizioso (13°), si sono concentrati nella messa a punto della nuova elettronica sulla GP15 cercando di raccogliere informazioni utili da trasferire sulla nuova Desmosedici GP per la quale,  entrambi, hanno espresso a fine giornata la propria soddisfazione in merito alle buone sensazioni ricevute. Anche Michele Pirro è sceso in pista per completare il lavoro programmato, in particolare il pilota del Ducati Test Team si è concentrato sullo sviluppo di un nuovo componente e sull'efficacia di alcuni nuovi strumenti di misura installati. foto andrea iannone ducati desmosedici gp test sepang 2016

In difficoltà Marc Marquez, solo settimo in sella ad una Honda RC213V ancora troppo scorbutica in accelerazione, problematica accusata anche da Pedrosa che però riesce a contenere meglio le oscillazioni della moto. La giornata si è conclusa con un quarto d'ora d'anticipo a causa di un improvviso nubifragio.

Soddisfazione per i due piloti del Team Suzuki Ecstar, Aleix Espargaro (9°) e Maverick Viñales (11°) il cui obiettivo non è stato quello di ottenere il miglior tempo possibile, bensì quello di girare il più possibile per verificare e conoscere tutte le variabili introdotte sulla GSX-RR per il 2016 in aggiunta alle novità tecniche previste dal regolamento ovvero le nuove specifiche per il motore, il nuovo telaio ed il cambio Seamless.

In questa prima giornata non sono purtroppo mancate le cadute, a cominciare da quella di Bradley Smith, finito a terra senza conseguenze fisiche. E' invece andata peggio a Eugene Laverty, autore nella primissima mattinata di una rovinosa caduta alla curva 4 provocata dal blocco dell’acceleratore sulla Ducati Desmosedici GP14 Aspar MotoGP. Il nordirlandese è stato trasferito all’Ospedale di Kuala Lumpur per la sospetta frattura del polso destro.

Domani, nella seconda giornata di test, scenderà di nuovo in pista anche il due volte campione del mondo Casey Stoner, che utilizzerà la GP15 del Ducati Test Team al fine di dare ulteriori indicazioni utili alla squadra. Ricordiamo che l’australiano ha debuttato sabato scorso in sella alla GP15 con la quale ha compiuto 54 giri di pista chiudendo il suo best lap in 2'02"1, tempo che gli sarebbe valso oggi la quinta posizione in classifica.

CLASSIFICA GIORNO 1 MOTOGP OFFICIAL TEST SEPANG 2016

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Iscriviti alle nostre pagine social

facebook twitter google plus youtube

banner motogp CALENDARIO CAMPIONATO 2017

26 marzo - GP del Qatar - Losail

09 aprile - GP di Argentina - Río Hondo

23 aprile - GP d'America - Austin

07 maggio - GP di Spagna - Jerez

21 maggio - GP di Francia - Le Mans

04 giugno - GP d'Italia - Mugello

11 giugno - GP della Catalogna - Barcellona

25 giugno - GP d'Olanda - Assen

02 luglio - GP di Germania - Sachsenring

06 agosto - GP della Repubblica Ceca - Brno

13 agosto - GP d'Austria - Spielberg

27 agosto - GP d'Inghilterra - Silverstone

 10 settembre - GP di San Marino - Misano

24 settembre - GP di Spagna - Aragón

15 ottobre - GP del Giappone - Motegi

22 ottobre - GP d'Australia - Phillip Island

29 ottobre - GP della Malesia - Sepang

12 novembre - GP de la Comunitat Valenciana - Valencia