Motomondiale
Carattere

Si è tenuta stamattina, presso la Torre Telefónica Diagonal 00 di Barcellona, la tradizionale conferenza stampa di presentazione del Team Movistar Yamaha 2016.

Presso la sede della compagnia spagnola di telecomunicazioni, main sponsor del team che partecipa al campionato del mondo MotoGP, gli uomini Yamaha hanno discusso, alla presenza della stampa internazionale specializzata, dei successi ottenuti durante la stagione 2015 (archiviata come sappiamo con la vittoria dei titoli costruttori e piloti), ma soprattutto degli obiettivi per la nuova stagione 2016 e del duro lavoro di sviluppo che tutto il team dovrà affrontare, per rendere la Yamaha M1 competitiva anche con le gomme Michelin e con la nuova elettronica unificata.foto rossi lorenzo presentazione yamaha movistar motogp yzf m1 2016 001

Durante la conferenza stampa, alla quale hanno presenziato, Lin Jarvis - Managing Director, Koiuchi Tsuji - General Manager Yamaha, Massimo MeregalliTeam Director, Bruno VilarasauDirettore Telefónica e naturalmente i due top riders Valentino Rossi e Jorge Lorenzo, è stata svelata la Yamaha YZR-M1 con livrea 2016.

La veste grafica della nuova MotoGP appare del tutto simile a quella della versione precedente. Leggere differenze nelle sovrastrutture (carene e serbatoio) e nel telaio (forcellone compreso) emergono invece ad un'attento confronto fra i due modelli, mentre i cerchi a cinque razze sono stati sostituiti con due unità a sei razze.

Il tutto evidenzia l'ampia fase di sviluppo alla quale è stata sottoposta la moto durante la pausa invernale - "l'anima della M1 è sempre la stessa, ma anno dopo anno cambia qualcosa" – ha dichiarato Valentino Rossi chiamato ad intervenire sul palco dal conduttore Gavin Emmett. Rimangono ignote le modifiche effettuate sotto la carenatura, tuttavia la frase pronunciata dal campione del mondo in carica Jorge Lorenzo durante la conferenza - "la M1 deve aumentare un po' la potenza max" - ci fa pensare che gli ingegneri Yamaha abbiano lavorato sodo per migliorare proprio quell'aspetto.foto rossi tsuji lorenzo presentazione yamaha movistar motogp yzf m1 2016

Sono invece rimasti invariati gli sponsor del team il quale continua quindi la partnership con la società spagnola Telefónica ma anche con gli altri sponsor "minori", Eneos, Monster Energy, Abart, Akrapovic, Alpinestars, D.I.D., ecc.

La squadra è già in viaggio verso la Malesia, dove la nuova M1 debutterà in pista per il primo test ufficiale che si svolgerà dall'1 al 3 febbraio al Sepang International Circuit. Rossi e Lorenzo torneranno nuovamente in sella alla M1 in occasione del secondo e terzo test ufficiale in programma rispettivamente a Phillip Island il 17 febbraio ed a Losail il 2 marzo.

GALLERIA FOTOGRAFICA COMPLETA

VIDEO DEL BACKSTAGE

SCHEDA TECNICA YAMAHA YZR-M1 2016

Motore : quattro cilindri in linea 1000cc Crossplane raffreddato a liquido ;

Potenza : oltre 240 CV (176kW) ;

Telaio : a doppio trave in alluminio con angolo di sterzo regolabile ;

Sospensioni : forcella anteriore a steli rovesciati e monoammortizzatore posteriore. Entrambe le unità sono fornite da Ohlins e sono completamente regolabili ;

Trasmissione : cambio estraibile a sei rapporti ; 

Centralina : Magneti Marelli sviluppata secondo regolamento FIM ;

Cerchi : MFR da 17" in alluminio forgiato ;

Pneumatici : Michelin da 17" come da regolamento, disponibili nelle tre opzioni slick, intermedie e rain ;

Freni : coppia di dischi anteriori in carbonio da 320 o 340 mm con pinze a quattro pistoncini e disco singolo posteriore in acciaio a due pistoncini ;

Peso : 157 kg come da regolamento FIM.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Iscriviti alle nostre pagine social

facebook twitter google plus youtube

 

 

 

CALENDARIO CAMPIONATO 2017

26 marzo - GP del Qatar - Losail

09 aprile - GP di Argentina - Río Hondo

23 aprile - GP d'America - Austin

07 maggio - GP di Spagna - Jerez

21 maggio - GP di Francia - Le Mans

04 giugno - GP d'Italia - Mugello

11 giugno - GP della Catalogna - Barcellona

25 giugno - GP d'Olanda - Assen

16 luglio - GP di Germania - Sachsenring

06 agosto - GP della Repubblica Ceca - Brno

13 agosto - GP d'Austria - Spielberg

27 agosto - GP d'Inghilterra - Silverstone

 10 settembre - GP di San Marino - Misano

24 settembre - GP di Spagna - Aragón

15 ottobre - GP del Giappone - Motegi

22 ottobre - GP d'Australia - Phillip Island

29 ottobre - GP della Malesia - Sepang

12 novembre - GP de la Comunitat Valenciana - Valencia