Motomondiale
Carattere

Con la vittoria del Gran Premio de la Comunitat Valenciana ed il quarto posto di Valentino Rossi, Jorge Lorenzo ha sigillato oggi il Campionato del Mondo 2015 vincendo il quinto titolo iridato, il terzo in carriera nella top class.

Secondo classificato il corresponsabile Marc Marquez seguito dal compagno di squadra Dani Pedrosa, vincitore a mani basse della lotta per il quarto posto in classifica con Andrea Iannone, finito a terra al terzo giro.

Alla fine c’era più amarezza che soddisfazione sugli spalti del Circuito Ricardo Tormo di Valencia, dove gli oltre 110.000 spettatori presenti hanno potuto assistere ad una gara memorabile che ha sugellato il campionato 2015 con il trionfo assoluto dei colori iberici. 

Onore al merito per Jorge Lorenzo, per la stagione strepitosa (7 vittorie, 3 secondi e 2 terzi posti) e per la bella gara condotta alla sua maniera ovvero dettando il ritmo dall’inizio alla fine, seppur braccato stavolta a distanza ravvicinata da Marc Marquez.foto jorge lorenzo box motogp valencia campione del mondo 2015

Nonostante non sia mai entrato in bagarre con il connazionale, il ventiduenne di Cervera, sembrava avere un potenziale maggiore di quello sfruttato, sensazione rafforzata dalla reazione dello spagnolo allorquando, all'unico sorpasso subito da Pedrosa (terzo), Marquez ha risposto riportandosi immediatamente al secondo posto.

Con Valentino Rossi in quarta posizione (dopo una rimonta stratosferica in soli 13 giri) e a soli 5 punti dal decimo titolo iridato, l'unica speranza era il sorpasso di Lorenzo da parte delle due Honda, ma l’evidente condotta agevolatoria di Marquez nei confronti del maiorchino, unitamente ad un errore di Pedrosa durante la breve lotta con il compagno di quadra, hanno messo definitivamente fine al sogno iridato di Valentino e riacceso le polemiche in merito alle vicende dei GP dell'Australia e della Malesia.foto marquez pedrosa motogp gara valencia 2015

Polemiche destinate probabilmente a protrarsi ancora per un pò a cui Rossi però ha risposto oggi nel miglior modo possibile, ovvero portando a compimento (all'età di 36 anni) una rimonta capolavoro, costruita in 13 giri perfetti con ben 22 sorpassi, in un circuito tortuoso e stretto, mettendo bene in chiaro chi è il vincitore morale del campionato appena concluso, dominato dal pesarese dall'inizio alla fine fino e sottrattogli in un modo assolutamente antisportivo.

Con occhi e telecamere puntate sui due pretendenti al titolo sono passate un pò in sordina le performance dei nostri portacolori in sella alle moto di Borgo Panigale. Purtroppo Andrea Iannone che proprio in quest'ultima gara doveva giocarsi il quarto posto in campionato con Dani Pedrosa, è caduto per un errore commesso durante la lotta proprio con Pedrosa al terzo giro.

Dopo la caduta di Iannone, Dovizioso che si trovava alle sue spalle è salito automaticamente al quarto posto, mantenendolo fino alla dodicesima tornata, ma ha poi perso diverse posizioni nei giri successive ed ha terminato la gara al settimo posto.

Partito dalla quarta fila, il collaudatore Michele Pirro, al secondo giro è salito al decimo posto, posizione che ha poi mantenuto fino alla sedicesima tornata. In seguito il pilota pugliese del Ducati Test Team è stato superato da Cal Crutchlow, in fase di rimonta, e poi da Maverick Viñales ed ha chiuso l’ultimo GP della stagione con un dodicesimo posto.

MOTOGP GRAN PREMIO DE LA COMUNITAT VALENCIANA - CLASSIFICA GARA

CLASSIFICA FINALE DEL CAMPIONATO MOTOGP 2015

LE DICHIARAZIONI DEI PROTAGONISTI

Jorge Lorenzo - Movistar Yamaha MotoGP 1° : "E’ stato difficile, c’era tanta pressione. La gomma posteriore era distrutta, non vedevo quanti giri mancavano alla fine, non sapevo le posizioni degli altri, la moto si muoveva dappertutto: ho cercato di finire la gara. Adesso sono 5 volte campione del mondo, la Yamaha ha fatto un lavoro grandissimo, sono orgoglioso."

Marc Marquez - Repsol Honda Team 2° : "All’inizio Lorenzo ha spinto forte, io ho guidato oltre il limite per stargli dietro, mentre Pedrosa ha conservato le gomme. Questo ha permesso a Dani di recuperare e quando mi ha superato abbiamo perso un po’ di tempo. Sono ripassato, ho cercato di recuperare, ma sarebbe stato troppo rischioso attaccare Lorenzo."

Dani Pedrosa - Repsol Honda Team 3° : "All’inizio non ero a mio agio, ho perso tempo, non riuscivo a trovare il ritmo corretto. Poi ho spinto di più, ho cercato di stare lì, avevo qualcosa in tasca, mi stavo divertendo e ho provato a superarli, ma sono andato largo e non ho potuto passare. So comunque felice per questo finale di stagione."

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Iscriviti alle nostre pagine social

facebook twitter google plus youtube

banner motogp CALENDARIO CAMPIONATO 2017

26 marzo - GP del Qatar - Losail

09 aprile - GP di Argentina - Río Hondo

23 aprile - GP d'America - Austin

07 maggio - GP di Spagna - Jerez

21 maggio - GP di Francia - Le Mans

04 giugno - GP d'Italia - Mugello

11 giugno - GP della Catalogna - Barcellona

25 giugno - GP d'Olanda - Assen

02 luglio - GP di Germania - Sachsenring

06 agosto - GP della Repubblica Ceca - Brno

13 agosto - GP d'Austria - Spielberg

27 agosto - GP d'Inghilterra - Silverstone

 10 settembre - GP di San Marino - Misano

24 settembre - GP di Spagna - Aragón

15 ottobre - GP del Giappone - Motegi

22 ottobre - GP d'Australia - Phillip Island

29 ottobre - GP della Malesia - Sepang

12 novembre - GP de la Comunitat Valenciana - Valencia