Motomondiale
Carattere

Sul torrido circuito di Sepang, Dani Pedrosa centra oggi il secondo successo stagionale, 28esimo in carriera nella top class, davanti al connazionale Jorge Lorenzo. Valentino Rossi chiude in terza posizione, ma subisce una penalizzazione dalla Race Direction per aver indotto Marquez in una caduta.

La tensione accumulata tra Valentino Rossi e Marc Marquez, dopo le accuse mosse da parte del pesarese nei confronti del giovane spagnolo giovedì mattina in conferenza stampa, è esplosa oggi in tutto il suo impeto.

Pronti via, dopo essere rimasto in seconda posizione nella scia di Pedrosa per i primi due giri, durante la terza tornata Marquez scivola in terza posizione agevolando il passaggio di Lorenzo e rimanendo davanti a Rossi che si trova in quarta posizione.

Da quel momento in poi è guerra ! I due ingaggiano un infuocato corpo a corpo che anima gli spalti con un susseguirsi di sorpassi recirpoci e radenti, circa 17 nei quattro giri a seguire. Una lotta per il terzo posto tanto serrata quanto inspiegabile ad inizio gara, fase in cui generalmente ci si limita a studiare gli avversari cercando di conservare gran parte delle risorse, per la seconda metà della corsa. In realtà Marquez sta mettendo in atto la sua vendetta, rallentando Rossi e agevolando così la fuga di Jorge Lorenzo.

Ma il colpo di scena arriva durante la sesta tornata, quando un esausto Valentino Rossi, esasperato dall'incalzante condotta di Marquez, allarga la traiettoria in percorrenza alla curva 14 portando con se lo spagnolo che proprio in quel momento sta tentando un sorpasso all'esterno. 

Quest'ultimo nel tentativo di rimanere con le ruote sull'asfalto entra in contatto con il pesarese che risponde allargando il ginocchio. Marquez finisce a terra mentre Valentino continua la sua corsa che conclude sedici giri più tardi in terza posizione, conquistando così altri 16 punti, 4 in meno del compagno di squadra Lorenzo che riduce ulteriormente le distanze dall'italiano in classifica generale.foto rossi marquez duello motogp sepang 2015

A seguito della vicenda il team Repsol Honda decide di fare reclamo presso la direzione gara che accoglie la richiesta, comminando tre punti di penalità al "dottore"che dovrà altresì partire dall'ultimo posto dello schieramento di partenza, nell'ultimo decisivo appuntamento stagionale, il GP di Valencia.

Non va meglio al Ducati Team, con Andrea Iannone costretto al ritiro, durante il secondo giro, per la presenza di un sasso in pista che danneggia irrimediabilmente il radiatore della sua Desmosedici GP15, mentre Andrea Dovizioso finisce a terra dopo un contatto con Crutchlow durante l'undicesimo giro mentre viaggia in quarta posizione.

In una giornata così negativa per i portacolori italiani, una bella soddisfazione arriva invece dal nostro Danilo Petrucci che piazza al sesto posto la GP14 del Team Octo Pramac Racing.

LE DICHIARAZIONI DEI PROTAGONISTI

Dani Pedrosa - Repsol Honda Team 1° :"Sono molto felice perché è stato un Gran Premio bello ! Abbiamo avuto un buon feeling sin dal Venerdì. Siamo stati in grado di gestire bene il fine settimana e, soprattutto, la moto si è comportata molto bene durante tutte le sessioni di prova. La messa a punto che abbiamo usato su questo circuito nel mese di febbraio durante i test mi ha aiutato molto e sono molto felice di aver raccolto questa vittoria che dedico alla mia squadra, perchè mi hanno supportato bene. Sono particolarmente contento di poter finire la stagione in modo positivo, è stato un anno duro, ma ora ci stiamo riprendendo bene e siamo in buona forma. L'Australia è sempre la gara più dura per me, ma quest’anno si è rivelata soddisfacente e sono davvero contento."

Jorge Lorenzo - Movistar Yamaha MotoGP 2° : "E 'stata una gara molto difficile. Ho dato il massimo per mantenermi il più vicino possibile a Dani, ma ad essere onesti il suo ritmo è stato incredibile. Era così veloce e costante, guidava in modo perfetto ed era molto difficile passarlo in frenata. Questo secondo posto è importante perché abbiamo recuperato altri punti. Quando ho visto la battaglia tra Marc e Valentino sono rimasto davvero sorpreso, rispetto la decisione della direzione gara."

Valentino RossiMovistar Yamaha MotoGP : "Purtroppo ho perso molto tempo con Mark e alla curva 14 sono andato un po largo, ho cercato di prendere la linea migliore anche perché con lui avevo dei problemi però poi non so, si è avvicinato a me. Penso che poi sia caduto proprio nel momento in cui mi è venuto vicino. E' un peccato davvero perché penso che in una gara normale potevamo tranquillamente battagliare con Jorge, adesso invece abbiamo perso dei punti e sarà più difficile la gara di Valencia."

MOTOGP GRAN PREMIO DELLA MALESIA - SEPANG 2015 - CLASSIFICA GARA

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Iscriviti alle nostre pagine social

facebook twitter google plus youtube

 

 

 

CALENDARIO CAMPIONATO 2017

26 marzo - GP del Qatar - Losail

09 aprile - GP di Argentina - Río Hondo

23 aprile - GP d'America - Austin

07 maggio - GP di Spagna - Jerez

21 maggio - GP di Francia - Le Mans

04 giugno - GP d'Italia - Mugello

11 giugno - GP della Catalogna - Barcellona

25 giugno - GP d'Olanda - Assen

16 luglio - GP di Germania - Sachsenring

06 agosto - GP della Repubblica Ceca - Brno

13 agosto - GP d'Austria - Spielberg

27 agosto - GP d'Inghilterra - Silverstone

 10 settembre - GP di San Marino - Misano

24 settembre - GP di Spagna - Aragón

15 ottobre - GP del Giappone - Motegi

22 ottobre - GP d'Australia - Phillip Island

29 ottobre - GP della Malesia - Sepang

12 novembre - GP de la Comunitat Valenciana - Valencia