Motomondiale
Carattere

Non sono state tradite le aspettative dei numerosi fans di Jorge Lorenzo in merito al risultato finale del GP della Repubblica Ceca. Il maiorchino ha centrato l'obiettivo prefissato ovvero, vincere l'undicesimo round stagionale per colmare il gap (9 punti) che lo separava da Valentino Rossi, leader della classifica generale.

Velocissimo nelle prove libere, stratosferico nelle qualifiche, tanto da aggiudicarsi la pole position del GP di Brno con un best lap che gli è valso addirittura il nuovo record della pista, Jorge oggi ha completato l'opera disputando una gara capolavoro.

Allo spegnimento del semaforo, il quattro volte iridato ha preso subito il largo, scatenando gli oltre 240CV di una Yamaha M1 estremamente stabile ed equilibrata anche con gomme usurate, contrariamente a quanto dimostrato più volte in questa stagione dalle moto avversarie. L'unico pilota in grado di seguire a distanza ravvicinata il "Martillo Jorge" (seppur solo per una decina di giri) è stato Marc Marquez.

A partire dall'undicesimo giro però il distacco dal connazionale si è fatto più consistente, due secondi che sono diventati tre alla fine del diciassettesimo passaggio. Una progressione costante quella del maiorchino che, giro dopo giro ha tagliato il traguardo con quasi quattro secondi e mezzo di vantaggio su Marc Marquez, raccogliendo così la quinta importantissima vittoria stagionale, la 59esima in carriera.

Marquez ha chiuso quindi il suo week end ceco con un buon secondo posto che vuol dire un incremento di 20 punti del bottino accumulato finora dal giovanissimo pilota spagnolo, nel tentativo di concretizzare una rimonta sui due portacolori Yamaha, al momento ancora lontana.foto marquez secondo motogp brno 2015

Autore di una partenza poco incisiva che gli ha fatto perdere tre posizioni (recuperate poi nell'arco di tre giri), Valentino Rossi ha concluso la sua gara in terza posizione. Impossibile per il pesarese raggiungere i due fuggitivi, il passo della sua Yamaha non era all'altezza della situazione tanto che a fine gara il N.46 è giunto sul traguardo con un ritardo di oltre 10 secondi dal compagno di squadra e di 6 secondi dalla Honda di Marquez.foto valentino rossi motogp brno 2015 gara

Quarto nelle qualifiche di ieri, Andrea Iannone dopo aver perso una posizione nella fase di partenza, si è riportato al quarto posto durante l'ottavo dei ventidue passaggi compiuti e vi è rimasto fino alla fine, nonostante un leggero calo di potenza al motore che ha limitato le prestazioni della sua Desmosedici GP15.

Il quinto posto è andato invece ad uno stoico Dani Pedrosa che, partito dalla nona casella dello schieramento, nonostante il dolore alla caviglia sinistra infortunata nella caduta di venerdì, si è messo alle spalle Petrucci, Vinales, Espargaro, Smith e all'ultimo giro un coriaceo Andrea Dovizioso (5°).

Alla guida di una rinvigorita Desmosedici GP15 dotata di nuovo motore, il forlivese ha dato del filo da torcere al compagno di squadra Iannone e a Pedrosa prima di venire beffato proprio da quest'ultimo poche curve prima del traguardo.

Alle spalle dell'italiano si sono classificati in ordine di arrivo Bradley Smith (7°), Pol e Aleix Espargaro (8° e 9°) ed il nostro Danilo Petrucci che con il decimo posto chiude la top ten. I due piloti Aprilia, Bautista e Bradl, hanno invece ottenuto rispettivamente il tredicesimo e quattordicesimo posto finale.

Da segnalare le cadute senza conseguenze di Vinales, Crutchlow, Laverty e De Angelis.

I risultati di questo GP di Brno riaprono completamente il campionato con i due piloti del Team Movistar Yamaha MotoGP in ex aequo con 211 punti a testa. Il prossimo appuntamento è previsto per il week end del 30 agosto con il GP d'Inghilterra.

LE DICHIARAZIONI DEI PROTAGONISTI

Jorge Lorenzo - Movistar Yamaha MotoGP 1° : "Per essere sincero il meteo si è riscaldato un pò rispetto al warm up perchè non c'erano nuvole nel celo ero un pò preoccupato prima dell'inizio della gara con la scelta delle gomme, ma alla fine ho scelto quelle con cui mi sentivo meglio ed alla fine sono riuscito a creare un certo divario dopo sei giri e poco alla volta sono riuscito ad aumentarlo, poi è stato difficile restare in sella perchè la moto sliattava molto in accelerazione quindi dovevamo stare molto attenti con il gas. Per fortuna avevo un pò più di passo rispetto a Marc e sono riuscito a vincere. Questa gara è molto importante per il campionato perchè ora sono in testa insieme a Valentino, mentre per Marc è ora più difficile recuperare."

Marc Marquez - Repsol Honda Team 2° : "Oggi sapevo che sarebbe stato molto molto difficile vincere la gara, ma il mio obiettivo era cercare di stare davanti a Valentino e l'ho raggiunto. Quindi all'inizio ho cercato di seguire Jorge sapevo che con la gomma nuova per i primi cinque/sei giri ci sarei riuscito ma poi quando la gomma è calata ho iniziato a far fatica però Valentino era molto forte, sono riuscito a mantenere la distanza, ho dimenticato Lorenzo ed ho cercato di mantenermi sotto con Valentino. Oggi abbiamo fatto il massino, sono molto contento per il team anche se non ho vinto, loro hanno lavorato sodo. Questo è il circuito in cui sapevamo che avremmo faticato di più ma comunque abbiamo chiuso al secondo posto quindi sono soddisfatto."

Valentino Rossi - Movistar Yamaha MotoGP 3° : "Ho scelto la gomma migliore per me durante le prove, non per andare più veloce nella seconda parte della gara, ma purtroppo la mia partenza è stata negativa, ho perso un pò di tempo nei primi giri ma ad ogni modo non avevo il ritmo, Jorge e anche Marc erano più veloci di me. Avevo qualche problema nel guidare la moto ho cercato di spingere ma non ero veloce e forte abbastanza per stare con loro."

MOTOGP BRNO 2015 - CLASSIFICA GARA

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Iscriviti alle nostre pagine social

facebook twitter google plus youtube

banner motogp CALENDARIO CAMPIONATO 2017

26 marzo - GP del Qatar - Losail

09 aprile - GP di Argentina - Río Hondo

23 aprile - GP d'America - Austin

07 maggio - GP di Spagna - Jerez

21 maggio - GP di Francia - Le Mans

04 giugno - GP d'Italia - Mugello

11 giugno - GP della Catalogna - Barcellona

25 giugno - GP d'Olanda - Assen

02 luglio - GP di Germania - Sachsenring

06 agosto - GP della Repubblica Ceca - Brno

13 agosto - GP d'Austria - Spielberg

27 agosto - GP d'Inghilterra - Silverstone

 10 settembre - GP di San Marino - Misano

24 settembre - GP di Spagna - Aragón

15 ottobre - GP del Giappone - Motegi

22 ottobre - GP d'Australia - Phillip Island

29 ottobre - GP della Malesia - Sepang

12 novembre - GP de la Comunitat Valenciana - Valencia