Motomondiale
Carattere

Ci eravamo preparati ad assistere all'ennesimo trionfo di Marc Marquez, ma il Gran Premio di Argentina, terzo appuntamento del Motomondiale 2015, lo ha vinto Valentino Rossi

Partito dall'ottava casella dello schieramento il dottore ha iniziato subito a guadagnare posizioni, lasciandosi alle spalle cinque piloti in dieci giri. Con la pista sgombra davanti a se, Valentino si è messo a caccia del "ragazzo prodigio" che intanto però aveva guadagnato un margine di oltre quattro secondi.

La moto di Marquez oggi scivolava troppo, la scelta di utilizzare le gomme con mescola dura non si è rivelata proficua e Valentino che aveva optato per le extradure, nella seconda fase di gara, ha raccolto i frutti della sua scelta, rosicchiando pian piano quel margine che sembrava incolmabile.foto valentino rossi podio argentina 2015

Al penultimo giro il duello si preannunciava come uno dei più belli e combattuti della storia del motociclismo, due i tentativi di sorpasso da parte del pesarese, il primo fallito, il secondo portato a termine. Ma qualche istante dopo lo spagnolo commette un errore. La ruota anteriore della sua Honda tocca quella posteriore della Yamaha di Rossi e cade a terra senza conseguenze fisiche. Rossi coglie così la sua vittoria numero 110, festeggiando sul podio con la maglia n. 10 di Diego Armando Maradona, tributo all'idolo locale.

Il week end argentino si conclude bene anche per Andrea Dovizioso. Il pilota forlivese ha raccolto un secondo posto per la terza volta consecutiva in questa stagione, al termine di una gara veloce ed intelligente. Scattato dalla seconda fila, Dovizioso è passato sul traguardo in quinta posizione al termine del primo giro ed ha continuato la sua rimonta fino a salire al secondo posto nel corso dell’ottava tornata. Nell’undicesimo giro Rossi, in grande rimonta, ha superato il pilota del Ducati Team ma quest'ultimo è rimasto in scia al pesarese fino a fine gara e, complice la caduta di Marquez, ha concluso in seconda posizione.

foto valentino rossi team yamaha motogp vittoria argentina 2015

Bella gara per Cal Crutchlow (3°) in lotta costante con Andrea Iannone (4°).  Alla fine è stato il pilota britannico ad avere la meglio sull'abruzzese il quale, arrivato lungo nell'ultima curva prima del traguardo, si è visto sfumare definitivamente la possibilità di mettere i piedi sul podio. A fine gara Iannone ha dichiarato che il terzo posto era alla sua portata e che se avesse adottato una strategia un pò diversa avrebbe potuto contrastare meglio Crutchlow.

Deludente quinta posizione per Jorge Lorenzo, alle prese con una errata scelta delle gomme. Dietro lo spagnolo Bradley Smith e Aleix Espargaro in sella alla Suzuki. Danilo Petrucci chiude undicesimo, mentre Marco Melandri è solo ventesimo.

LE DICHIARAZIONI DEI PROTAGONISTI

Valentino Rossi - Movistar Yamaha MotoGP 1° : "Sapevo di poter fare bene, sono partito fortissimo perchè ho visto nel giro di ricognizione che Marc aveva montato la gomma rossa. Sono partito bene, sono entrato nella prima curva ma Iannone mi ha dato una carenata senza pietà e mi ha buttato fuori. E' stato molto aggressivo e ho perso un pò, però ero veloce e quindi ho cercato di recuperare presto, ma prima di pensare a Marquez ho dovuto cercare di superare velocemente Jorge, Iannone, Dovi e Cal. Quando mi sono messo davanti ho visto che avevo 4,2 secondi e ho pensato che sarebbe stato difficile, però dovevo provarci perchè ero sicuro che Marc avrebbe fatto fatica nella seconda metà di gara. Così ho cominciato a girare sempre più forte, la moto andava sempre meglio e sono riuscito a raggiungerlo. Purtroppo ci siamo toccati, io l'ho superato in frenata, Marquez è uno che gioca tutto per tutto e nella prima curva mi ha dato una sportellata. Poi io ho accelerato e dopo qualche metro ho sentito che mi ha toccato un'altra volta, ma non avevo capito che era caduto. Mi dispiace molto perchè sarebbe stata una bella lotta. Spero che non si sia fatto male, però penso che abbia sbagliato lui."

Andrea Dovizioso - Ducati Team 2° : “Sono davvero contento, ancora più che nelle prime due gare, perché questa era una pista molto difficile per noi. In prova siamo andati abbastanza bene ma non eravamo molto veloci, e gestire una gara così impegnativa con il calo della gomma posteriore era molto importante e piuttosto complicato. Hanno fatto tutti molta fatica, ma noi ce l’abbiamo fatta anche stavolta ad arrivare sul podio. Questo risultato significa che siamo davvero forti, perché siamo là davanti anche quando le condizioni non sono così favorevoli. Ringrazio la squadra, che sta lavorando molto bene,  la Ducati che ha fatto una moto speciale, e sono molto fiducioso per il futuro perché  possiamo solo migliorare.”

MOTOGP ARGENTINA 2015 - CLASSIFICA GARA

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Iscriviti alle nostre pagine social

facebook twitter google plus youtube

banner motogp CALENDARIO CAMPIONATO 2017

26 marzo - GP del Qatar - Losail

09 aprile - GP di Argentina - Río Hondo

23 aprile - GP d'America - Austin

07 maggio - GP di Spagna - Jerez

21 maggio - GP di Francia - Le Mans

04 giugno - GP d'Italia - Mugello

11 giugno - GP della Catalogna - Barcellona

25 giugno - GP d'Olanda - Assen

16 luglio - GP di Germania - Sachsenring

06 agosto - GP della Repubblica Ceca - Brno

13 agosto - GP d'Austria - Spielberg

27 agosto - GP d'Inghilterra - Silverstone

 10 settembre - GP di San Marino - Misano

24 settembre - GP di Spagna - Aragón

15 ottobre - GP del Giappone - Motegi

22 ottobre - GP d'Australia - Phillip Island

29 ottobre - GP della Malesia - Sepang

12 novembre - GP de la Comunitat Valenciana - Valencia