Motomondiale
Carattere

Il cattolicese Marco Simoncelli, in forze al team Honda Gresini Racing, è morto in seguito ad un terribile incidente sul circuito di Sepang durante il secondo giro del GP della malesia.

Anomala la dinamica dell'incidente: la moto che perde aderenza e inspiegabilmente torna a centro pista, tagliando la traiettoria a chi sopraggiunge.

Colin Edwards e Valentino Rossi, non hanno potuto così evitare il terribile impatto, travolgendo Marco Simoncelli che durante la caduta ha perso violentemente il casco ed è rimasto esanime a bordo pista.

Per lui non c'è stato nulla da fare, nonostante il tentativo dei medici di rianimarlo, durato 45 minuti. Marco Simoncelli aveva 24 anni, una simpatia fuori dal comune e un sogno da inseguire, quello di diventare campione del mondo in MotoGP.

Di seguito il video del terribile incidente da dove è possibile capire la dinamica esatta.

IL RITORNO IN ITALIA MARTEDI' 25 OTTOBRE

La salma di Marco è arrivata all'aereoporto di Roma Fiumicino con un volo della Malaysia Airlines alle ore 06:10. Sul volo erano presenti anche Valentino Rossi e Casey Stoner mentre in aereoporto c'era il presidente del Coni, Gianni Petrucci.

IL SALUTO DEI FAN MERCOLEDI' 26 OTTOBRE

La camera ardente, allestita al teatro comunale "Corte", è stata meta di tantissimi tifosi, venuti a dare l'ultimo saluto a Marco. A fine mattinata si contavano già 5000 persone, fra queste anche Marco Melandri, attuale pilota della Superbike, venuto a portare personalmente le condoglianze alla famiglia. Esposte all'interno della camera ardente l'Aprilia 250 con cui Simoncelli vinse il mondiale nel 2008 e la Honda RC 212V MotoGP con cui disputò le sue ultime due stagioni. I funerali saranno celebrati in forma ristretta giovedì 27 Ottobre alle ore 14:30 presso la Chiesa di S.M. di Coriano, attesi migliaia di tifosi a cui sarà data la possibilità di seguire i funerali tramite due maxischermi installati nelle piazze di Coriano e altrettanti presso l'autodromo internazionale di Misano Adriatico.
 

L'INTERVISTA DEL PAPA' PAOLO AI MICROFONI DI SKY SPORT

LA CARRIERA DI MARCO SIMONCELLI

Il tragico destino lo ha portato, proprio mentre inseguiva il suo sogno davanti a tutto il mondo. Marco lascia i genitori, la sorellina e la morosa nel dolore, dopo una carriera cominciata all'età di sette anni, grazie alla famiglia che stravede in lui e lo aiuta in tutti i modi, dedicandogli anima e corpo. I primi risultati gratificanti, arrivano nel 2002 quando Sic diventa campione europeo classe 125 nel 2002. Lo stesso anno debutta nel motomondiale classe 125 con il team dell'Aprilia CWF - Matteoni Racing a Brno (Repubblica Ceca) ma il primo campionato completo Marco lo disputerà nel 2003, dove, sempre nella ottavo di litro termina ventunesimo.

Nel 2004, invece chiude all'undicesimo posto assoluto sempre in classe 125 mentre nel 2005, ultimo anno nella ottavo di litro, il giovane cattolicese ottiene una vittoria (nella prima gara a Jerez), un secondo posto in Catalogna e 4 terzi posti che gli permettono di chiudere il campionato al quinto posto in classifica; deciderà quindi il passaggio in 250 con la Gilera.

Il 2006 è un anno di apprendistato e Simoncelli lo conclude con il decimo posto e 92 punti, stesso risultato nel 2007, mentre il 2008 è l'anno del titolo iridato che Marco sulla pista di Sepang, ironia della sorte. La stagione 2009 inizia in salita per Marco Simoncelli, che si infortuna a una mano prima dell'inizio della stagione e per questo sarà costretto a saltare la prima gara.

Alla fine, nonostante i buoni risultati (6 vittorie e 3 terzi posti), chiuderà il suo anno da campione del mondo in carica con un terzo posto. Il 2010 è l'anno del debutto in Motogp con il Team di Fausto Gresini. Il miglior risultato che ottiene è un quarto posto nel GP del Portogallo ma conclude la stagione in ottava posizione.

Marco era sotto contratto con lo stesso Team anche quest'anno e lo sarebbe stato anche per la prossima stagione, nonostante qualche errore e caduta che ha coinvolto altri piloti e scatenato interminabili polemiche.

Con il terzo posto in Repubblica Ceca e il secondo posto nella scorsa gara di Phillip Island, conquistati con la grinta di chi ha sete di vittoria, Sic ha dimostrato di avere la stoffa del campione. Il suo carattere, tanto genuino e gentile fuori dalla pista quanto irruento nei duelli in gara.

La morte di Marco Simoncelli va ad aggiungersi alla recente scomparsa di altri due campioni del motociclismo: Daijiro Kato morto il 20 aprile del 2003 a Suzuka e Shoya Tomizawa morto il 5 settembre 2010 a Misano Adriatico.

L'ULTIMO VIDEO MESSAGGIO PUBBLICATO DA MARCO MARTEDI' 18 OTTOBRE SU YOUTUBE

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Iscriviti alle nostre pagine social

facebook twitter google plus youtube

banner motogp CALENDARIO CAMPIONATO 2017

26 marzo - GP del Qatar - Losail

09 aprile - GP di Argentina - Río Hondo

23 aprile - GP d'America - Austin

07 maggio - GP di Spagna - Jerez

21 maggio - GP di Francia - Le Mans

04 giugno - GP d'Italia - Mugello

11 giugno - GP della Catalogna - Barcellona

25 giugno - GP d'Olanda - Assen

02 luglio - GP di Germania - Sachsenring

06 agosto - GP della Repubblica Ceca - Brno

13 agosto - GP d'Austria - Spielberg

27 agosto - GP d'Inghilterra - Silverstone

 10 settembre - GP di San Marino - Misano

24 settembre - GP di Spagna - Aragón

15 ottobre - GP del Giappone - Motegi

22 ottobre - GP d'Australia - Phillip Island

29 ottobre - GP della Malesia - Sepang

12 novembre - GP de la Comunitat Valenciana - Valencia