Motomondiale
Carattere

C'era da aspettarselo, del resto Colin Edwards dall'alto dei suoi 40 anni compiuti lo scorso 27 febbraio, di gare alle spalle ne ha davvero tante.

Edwards ha vissuto gli ultimi anni della sua carriera all'ombra dei successi di piloti molto più giovani, ma la passione verso uno sport che gli ha dato tanto lo ha spinto a continuare, nonostante aver perso quella competitività che lo ha portato a vincere 31 gare e 75 podi nelle 20 stagioni disputate 8 in Superbike e 12 in MotoGP. Del sempre sorridente "Texas Tornado" ricordiamo, con grande nostalgia, gli anni dei successi in sella alla Honda VTR 1000 SP, gli anni in cui lottando con grinta e determinazione ha aggiunto al suo palmares 2 titoli mondiali nel campionato delle derivate di serie.

foto-colin-edwards-vs-troy-bayliss-2002L'annuncio, tenuto segreto fino a ieri ma a lungo meditato, è stato dato dallo stesso Edwards durante la conferenza stampa del GP di Austin, gara di casa per l'americano. Il pilota FTR-Yamaha smetterà di correre al termine della stagione 2014.

LE PAROLE DI COLIN DURANTE LA CONFERENZA STAMPA

“Non so nemmeno come dirlo, anche se l’ho già provato tante volte: il 2014 sarà la mia ultima stagione nel mondo delle corse. Ho parlato con la mia bellissima moglie, sono in Europa dal 1995, e questi giovani bastardi (riferendosi agli altri piloti) mi stanno prendendo a calci nel culo. Ho troppe persone da ringraziare, in particolare Yamaha.

Quando quest’anno abbiamo iniziato i test, non abbiamo visto il miglioramento che io avrei voluto vedere e, ovviamente, dovrei cambiare stile di guida. Diamine, ho 40 anni e sto cercando di cambiare il mio stile di guida per far funzionare questa moto: le cose non andavano bene sul serio.

Non appena ci si trova in un momento ad alta intensità, si tende a tornare al proprio istinto, e il mio istinto è quello di guidare la moto in modo diverso. Poi c’è la storia dei miei figli, e di mia moglie. Ho avuto delle conversazioni con loro, e ci sono alcune cose di cui avverto la mancanza - il baseball, la ginnastica, la scuola - e quindi ho bisogno di trascorrere un po’ più di tempo a casa.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Iscriviti alle nostre pagine social

facebook twitter google plus youtube

banner motogp CALENDARIO CAMPIONATO 2017

26 marzo - GP del Qatar - Losail

09 aprile - GP di Argentina - Río Hondo

23 aprile - GP d'America - Austin

07 maggio - GP di Spagna - Jerez

21 maggio - GP di Francia - Le Mans

04 giugno - GP d'Italia - Mugello

11 giugno - GP della Catalogna - Barcellona

25 giugno - GP d'Olanda - Assen

02 luglio - GP di Germania - Sachsenring

06 agosto - GP della Repubblica Ceca - Brno

13 agosto - GP d'Austria - Spielberg

27 agosto - GP d'Inghilterra - Silverstone

 10 settembre - GP di San Marino - Misano

24 settembre - GP di Spagna - Aragón

15 ottobre - GP del Giappone - Motegi

22 ottobre - GP d'Australia - Phillip Island

29 ottobre - GP della Malesia - Sepang

12 novembre - GP de la Comunitat Valenciana - Valencia