banner regali natale per motociclisti 2017

Motomondiale
Carattere

Terzo trionfo stagionale per Marc Marquez a Brno, seguito dal compagno di suqadra Dani Pedrosa e dall'alfiere Yamaha Maverick Vinales. Quarto posto per Valentino Rossi, sesto per Andrea Dovizioso.

E' stato l'unico pilota ad azzardare la rain morbida al posteriore, e per questo motivo il primo ad effettuare il cambio moto per evitare di trovarsi con la gomma distrutta già a metà gara: una questione di "culo" insomma ! Così Marc Marquez ha raggiunto la vetta della classifica in sole quattro tornate, esattamente quando gli altri hanno capito che non era il caso di perdere ancora tempo. 

Fra questi c'erano anche Valentino Rossi e Andrea Dovizioso che hanno faticato non poco per recuperare le posizioni perse dopo il flag to flag, gettando così alle ortiche la possibilità di concludere sul podio questo decimo gran premio stagionale. A loro e alle rispettive squadre è mancata dunque non solo la fortuna ma anche la strategia. Ma c'è sempre tempo per imparare...

In sella alla RC213V Repsol numero novantatrè, Marc Marquez ha quindi accumulato un vantaggio imbarazzante, quasi 23" al nono giro che sono poi gradualmente scesi a 17" quando il campione spagnolo ha capito che rischiare era inutile. L'arrivo sul traguardo in piedi sulle pedane concretizzava il 58° successo in carriera del 24enne di Cervera, ed il consolidamento della leadership di campionato che lo vede ancora in testa con un totale di 154 pt.. Sorrisi al box Honda anche per l'ottimo secondo posto di Dani Pedrosa, che in classifica di campionato mantiene la quinta posizione con 123 pt., ma riduce a nove punti il gap da Valentino Rossi.

Il quarantasei giallo ha tagliato il traguardo in quarta posizione, preceduto dal compagno di squadra Maverick Vinales. Qest'ultimo è rientrato ai box un giro prima di Rossi: tanto è bastato a garantirgli il secondo podio stagionale in un week end non certo facile per lui.

A chiudere la top ten il britannico Cal Crutchlow superato da Rossi durante l'ultima tornata, mentre Andrea Dovizioso si è dovuto accontentare di un deludente sesto posto in chiusura di una gara che poteva invece consegnargli la terza vittoria stagionale. Alle spalle del forlivese, Danilo Petrucci raccoglie il settimo posto dopo aver lottato come un leone, dimostrando ancora una volta di meritare la Ducati ufficiale. Chissà se ai piani alti hanno recepito il messaggio.

A chiudere la top ten Aleix Espargarò su Aprilia RS-GP, il fratello Pol su KTM Red Bull, e il rookie tedesco Johan Folger su Yamaha Tech3. Si conclude invece con l'undicesimo posto di Rins e il diciannovesimo di Iannone il week end ceco del team Suzuki Ecstar. Durante il cambio moto il pilota abruzzese è stato protagonista di una caduta per evitare la collisione con lo Aleix Espargarò che stava ripartendo. Per l'episodio lo spagnolo è stato penalizzato con tre posizioni in in più.

Ancora un week end difficile per Jorge Lorenzo: dopo un'ottima partenza il maiorchino ha raggiunto la vetta della classifica e vi è rimasto per tre tornate. Al quarto giro Jorge è rientrato ai box per effettuare il cambio moto, ma nelle restanti 18 tornate non è riuscito a risalire oltre la sedicesima posizione.

Il prossimo appuntamento con il mondiale MotoGP 2017, è fissato per il week end del 13 agosto con il Gran Premio d'Austria in programma sul Circuito di Spielberg. Restate connessi !

LE DICHIARAZIONI DEI PROTAGONISTI

Marc Marquez - Repsol Honda Team 1°: "Onestamente stamattina con la posteriore dura non mi sentivo bene. Per qualche motivo era una gomma un pò strana, e ho perso tutta la fiducia. Quando sono uscito dai box, verso la griglia, ho sentito qualcosa di strano con la hard e ho detto montiamo la soft. Ma poi all'inizio della gara mi sono reso conto che era la scelta sbagliata, faceva troppo spinning fin dall'inizio. Quando ho visto che stava asciugando ho capito che era il mio momento: sono rientrato in anticipo perchè era ancora bagnato e per i primi due giri ho rischiato di cadere diverse volte, ma sono rimasto sulla moto. Poi ho iniziato a spingere, ho tenuto il ritmo e quando ho visto che ero in testa con 22" di vantaggio, era tutta un'altra gara: ho cercato semplicemente di amministrare il vantaggio. Sarei potuto andare più veloce, ma non c'era bisogno. Sono quindi molto contento perchè questo tipo di gare sono molto molto difficili, ma come abbiamo visto, Dani, Vinales, Rossi e anche Dovizioso sono lì, quindi questo campionato sarà lungo e difficile. Ci prendiamo questi 25 punti che sono molto importanti !"

Dani Pedrosa - Repsol Honda Team 2°: "Queste gare sono un pò difficili, soprattutto è difficile capire qual'è il momento esatto per rientrare, soprattutto quando smette di piovere e poi riprende. Era chiaro che l'asfalto si stesse asciugando rapidamente, però non immaginavo neanch'io che fosse così veloce, anche perchè non sai mai se poi può riprendere a piovere qualche goccia, era un pò a metà. Ho deciso un giro troppo tardi, penso che avrei potuto fare un giro prima, questo era il mio piano, però comunque sono molto contento di questa gara. Avevo un bel passo, siamo stati competitiviper tutto il week end e questo è super positivo per il team. Purtroppo non abbiamo fatto una gara perfetta ma è stata sufficiente per il podio e ora spero di poter mantenere questa striscia positiva."

Maverick Vinales - Movistar Yamaha MotoGP 3°: "La prima parte della gara è stata davvero molto difficile, ho cercato di fare il meglio che potevo, ma nei primi giri non avevo delle buone sensazioni quindi era difficile far lavorare le gomme nel modo giusto. Dopodichè mi sono sentito però molto bene e abbiamo fatto un bel lavoro. Ad ogni modo dopo un week end positivo partendo dal settimo posto, il podio è davvero un risultato buono, dobbiamo però lavorare di più."

MOTOGP GRAN PREMIO DELLA REPUBBLICA CECA  2017 - CLASSIFICA GARA

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Iscriviti alle nostre pagine social

facebook twitter google plus youtube

banner motogp CALENDARIO CAMPIONATO 2017

26 marzo - GP del Qatar - Losail

09 aprile - GP di Argentina - Río Hondo

23 aprile - GP d'America - Austin

07 maggio - GP di Spagna - Jerez

21 maggio - GP di Francia - Le Mans

04 giugno - GP d'Italia - Mugello

11 giugno - GP della Catalogna - Barcellona

25 giugno - GP d'Olanda - Assen

02 luglio - GP di Germania - Sachsenring

06 agosto - GP della Repubblica Ceca - Brno

13 agosto - GP d'Austria - Spielberg

27 agosto - GP d'Inghilterra - Silverstone

 10 settembre - GP di San Marino - Misano

24 settembre - GP di Spagna - Aragón

15 ottobre - GP del Giappone - Motegi

22 ottobre - GP d'Australia - Phillip Island

29 ottobre - GP della Malesia - Sepang

12 novembre - GP de la Comunitat Valenciana - Valencia