banner regali natale per motociclisti 2017

Motomondiale
Carattere

Il lungo digiuno del quarantasei giallo è finalmente terminato, troncato dalla strepitosa e meritatissima vittoria odierna al TT Circuit Assen. Per Valentino si tratta del 115° successo in carriera, il 10° sul mitico Circuit van Drenthe che lo ha incoronato quest'oggi pilota vincitore meno giovane da quando esiste la MotoGP. Battuto dunque il record che apparteneva all'australiano Troy Bayliss.

Gara combattuta fino alla fine quella di Valentino che al via scattava dalla quarta posizione conquistata ieri in qualifica. Nel primo giro il nove volte iridato superava Petrucci mettendosi al passo di Marquez e del leader della classifica Zarco. Solo durante l'undicesima tornata però il pesarese rompeva ogni indugio superando in sequenza i due avversari e guadagnando così la posizione di testa.

Cinque giri più tardi anche Petrucci superava il campione del mondo in carica Marc Marquez, mettendosi così a caccia di Rossi. Al diciannovesimo dei ventisei passaggi previsti invece Dovizioso guadagnava la terza posizione, lasciando così presagire un finale mozzafiato con tre piloti italiani il lizza per la vittoria. Di lì a poco qualche goccia d'acqua costringeva la direzione gara ad esporre le bandiere con la croce di Sant'Andrea. I team erano pronti ai box per il cambio moto, ma con soli otto giri da percorrere, solo pochi piloti decidevano di rientrare ai box per effettuare il Flag to Flag. Fra questi c'era Zarco che in quel momento occupava la quinta posizione, mentre i due di testa si assumevano tutti i rischi del caso continuando la corsa in assetto da asciutto.

Il finale, entusiasmante, vedeva Rossi e Petrucci in lotta per la vittoria con il ternano che, rallentato dai due doppiati Barbera e Rins, perdeva l'occasione di superare Rossi e concludeva quindi la gara sulla piazza d'onore per soli 63 millesimi. A raccogliere la terza posizione era invece Marc Marquez che all'ultimo giro riusciva ad imporsi sul coriaceo Crutchlow (4°), autore quest'ultimo di una strepitosa rimonta dall'ottava posizione.

Nella top five anche Andrea Dovizioso che partiva nono, ma non è riuscito nel finale ad essere abbastanza veloce da fronteggiare gli attacchi di Crutchlow e Marquez. Nella top ten ache Andrea Iannone, nono classificato davanti all'unico pilota Aprilia giunto sul traguardo, Aleix Espargarò.

Nomi importanti anche nelle retrovie, con Pedrosa tredicesimo e Lorenzo quindicesimo e doppiato dopo il cambio moto. In mezzo ai due spagnoli ci è finito Zarco (14°) che ha pagato con un ride through il superamento del limite di velocità in pit lane durante il cambio gomme.

Il grande sconfitto di questo ottavo round stagionale è Maverick Vinales. Lo spagnolo partiva dall'undicesima posizione, la sua gara è stata eccellente, tutta in rimonta fino all'undicesimo giro durante il quale è stato però scaraventato a terra dalla sua moto per un cambio di direzione troppo energico. Peccato perchè in quel momento Maverick aveva la quinta posizione in pugno e nel finale sarebbe probabilmente stato in lizza per la vittoria. Oltre a Vinales mom hanno visto il traguardo Redding, Bautista, Smith, Folger e Lowes.

Con lo zero di oggi, il secondo stagionale, Maverick Vinales perde nuovamente la leadership del campionato. Al comando c'è ora Andrea Dovizioso (115pt.) - l’ultima volta di un pilota Ducati in testa al mondiale era stato il GP d’Italia 2009 con Casey Stoner - che precede l'avversario spagnolo (111pt.). La terza posizione è invece occupata da Valentino Rossi (108 pt.).

Il prossimo appuntamento con il mondiale MotoGP 2017, è fissato per il week end del 2 luglio con il Gran Premio di Germania in programma sul Circuito del Sachsenring.

LE DICHIARAZIONI DEI PROTAGONISTI

Valentino Rossi - Movistar Yamaha MotoGP 1°: "Assen è un posto speciale, perchè ci sono tantissime persone vicine, la pista è fantastica. Sono felice per me e per la squadra perchè sono di nuovo in prima posizione dopo circa un anno ed è stata una gara bellissima. Sono davvero felice, meglio di così non poteva andare !"

Danilo Petrucci - OCTO Pramac Racing 2°: "Ho preparato tutta la gara, gli ultimi tre giri ho visto che eravamo solo io e Valentino, e nell'ultimo settore ho visto che ero un pò più veloce. Però al penultimo giro abbiamo trovato Barbera nell'ultima chicane, e all'ultimo ho trovato Rins. Non sono state esposte le bandiere blu e io ho ho perso Valentino. Siamo arrivati praticamente insieme sul traguardo, per cui sono contento però onestamente potevo vincere. Non so, siamo sempre in lotta con le regole e poi, quando è importante, non mettono fuori la bandiera blu all'ultimo giro. Comunque sono contento e ringrazio la squadra."

Marc Marquez - Repsol Honda Team 3°: "E' stato tutto difficile, sapevamo che avremmo avuto difficoltà, che sarebbe stato complesso, anche perchè le condizioni continuano a camabiare, però se mi avessero detto che alla fine della gara sarei stato a undici dalla prima posizione avrei firmato. Estremamente difficile capire quando aspettare il momento, quando spingere di più. C'è stato qualche segnale d'allarme e ho pensato che bisognava portare a casa il podio. Sono felicissimo di esserci riuscito, è un circuito su cui spesso abbiamo avuto difficoltà, quindi è un ottimo podio per noi !"

MOTOGP GRAN PREMIO D'OLANDA  2017 - CLASSIFICA GARA

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Iscriviti alle nostre pagine social

facebook twitter google plus youtube

banner motogp CALENDARIO CAMPIONATO 2017

26 marzo - GP del Qatar - Losail

09 aprile - GP di Argentina - Río Hondo

23 aprile - GP d'America - Austin

07 maggio - GP di Spagna - Jerez

21 maggio - GP di Francia - Le Mans

04 giugno - GP d'Italia - Mugello

11 giugno - GP della Catalogna - Barcellona

25 giugno - GP d'Olanda - Assen

02 luglio - GP di Germania - Sachsenring

06 agosto - GP della Repubblica Ceca - Brno

13 agosto - GP d'Austria - Spielberg

27 agosto - GP d'Inghilterra - Silverstone

 10 settembre - GP di San Marino - Misano

24 settembre - GP di Spagna - Aragón

15 ottobre - GP del Giappone - Motegi

22 ottobre - GP d'Australia - Phillip Island

29 ottobre - GP della Malesia - Sepang

12 novembre - GP de la Comunitat Valenciana - Valencia