Motomondiale
Carattere

Il week end del Mugello inizia nell'incertezza assoluta per Valentino Rossi, ancora alle prese con i postumi dell'incidente di giovedì scorso.

Il pesarese è stato dimesso nel pomeriggio di venerdì dall'Ospedale Infermi di Rimini dove gli hanno riscontrato un lieve ma - a tutt'oggi - doloroso trauma toracico e addominale. A poco più di 32 ore dalla prima sessione di libere cronometrate, la partecipazione del "Dottore", all'attesissimo sesto round stagionale, è dunque tutt'altro che scontata.

Nella giornata di giovedì Rossi sarà sottoposto ad una visita medica, e solo in caso di parere favorevole da parte dei sanitari potrà prendere il via al GP d'Italia. Difficilmente Valentino riuscirà a recuperare al 100% in queste poche ore, ma le motivazioni per fare bene davanti all'orda di fans che invaderà - come da tradizione - tribune e prati del circuito per sostenerlo, non gli mancano di certo: c'è da riscattare lo zero rimediato a Le Mans poche curve prima del traguardo, e quello dell'anno scorso causato dalla clamorosa rottura del quattro cilindri in linea della sua M1.

Al Mugello però, Rossi mira soprattutto ad incrementare il suo margine in classifica generale, oltre naturalmente al suo incredibile record di successi: uno in 125 nel 1997, un altro in 250 nel 1999, e ben sette consecutivi conquistati nella top class negli anni compresi tra il 2002 e il 2008.

Il 2008 è però anche l'ultimo anno in cui Valentino è riuscito a mettere i piedi sul gradino più alto del podio del circuito toscano, considerato uno fra i più belli al mondo. Questo il commento del quarantasei giallo in vista dell'appuntamento italiano:

“Sono caduto durante un allenamento in motocross, il dolore all’addome e al petto sono ancora forti, ma fortunatamente sto migliorando giorno dopo giorno e questo mi permette di essere positivo in vista del weekend al Mugello. Il desiderio di potervi prendere parte è davvero forte e sto lavorando per tornare in forma il più velocemente possibile: non sarà facile, ma ho ancora qualche giorno di tempo per continuare il trattamento. Giovedì mi sottoporrò ad una visita medica per ottenere l’idoneità ed in questo caso correrò venerdì per accertarmi delle mie condizioni. Farò il possibile per partecipare alla gara di domenica.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Iscriviti alle nostre pagine social

facebook twitter google plus youtube

banner motogp CALENDARIO CAMPIONATO 2017

26 marzo - GP del Qatar - Losail

09 aprile - GP di Argentina - Río Hondo

23 aprile - GP d'America - Austin

07 maggio - GP di Spagna - Jerez

21 maggio - GP di Francia - Le Mans

04 giugno - GP d'Italia - Mugello

11 giugno - GP della Catalogna - Barcellona

25 giugno - GP d'Olanda - Assen

02 luglio - GP di Germania - Sachsenring

06 agosto - GP della Repubblica Ceca - Brno

13 agosto - GP d'Austria - Spielberg

27 agosto - GP d'Inghilterra - Silverstone

 10 settembre - GP di San Marino - Misano

24 settembre - GP di Spagna - Aragón

15 ottobre - GP del Giappone - Motegi

22 ottobre - GP d'Australia - Phillip Island

29 ottobre - GP della Malesia - Sepang

12 novembre - GP de la Comunitat Valenciana - Valencia