Motomondiale
Carattere

Soddisfatto e sorpreso, Valentino Rossi è apparso così davanti alle telecamere del parco chiuso del GP delle Americhe. Il pesarese ha concluso il terzo appuntamento stagionale con un altro podio - il terzo consecutivo -, nonostante i tre decimi di penalizzazione che la Direzione Gara gli ha inferto per non aver ceduto il vantaggio accumulato con il taglio della variante.

Valentino c'è anche fra mille difficoltà e questa è ormai una certezza. L'età ? Non conta ! Forza di volontà, perseveranza e lavoro di squadra, sono questi i fattori chiave che hanno permesso al box 46 di superare i problemi di inizio stagione.

Così il pesarese guarda ora i suoi avversari dall'alto della classifica generale, già, perché con l'uscita di scena del compagno di squadra Maverick Vinales durante il secondo giro, il "Dottore" è balzato in testa al campionato con sei punti di vantaggio.

Insomma un inizio stigmatizzato che in realtà non è stato per niente negativo, e d'ora in poi tutto dovrebbe migliorare. Il circus del Motomondiale è infatti già in viaggio verso Jerez de la Frontera, prima tappa delle undici europee che si svolgeranno nei prossimi sei mesi, e dove figurano molti dei tracciati che Valentino ama. A cominciare proprio dal celebre circuito andaluso, dove Rossi l'anno scorso ha vinto per l'ottava volta in carriera. Riuscirà ad imporsi anche quest'anno ? Lo scopriremo il 7 maggio prossimo. Intanto ecco le dichiarazioni del pesarese a fine gara, che non ha perso l'occasione di dire la sua sulla penalizzazione commissionatagli dalla Direzione Gara: 

"E 'stata una grande sorpresa per me e per la squadra perché abbiamo faticato molto con la nuova moto, soprattutto durante l'inverno. Penso che abbiamo bisogno di più tempo per capire l'impostazione e il modo di guidarla, ma alla fine questa moto va molto bene, soprattutto in gara e con le gomme usate. Sono molto contento, perché oggi non ero così lontano da Marquez ed è anche il miglior risultato della mia carriera in questa pista, quindi va bene. Quando ho visto "Viñales fuori" sulla tabella, ho iniziato a pensare "sono in cima alla classifica del campionato". Mi sentivo bene e ho anche visto che Dani aveva qualche problema, soprattutto a destra, così ho detto "forse quei quattro punti sono alla portata" e in effetti è stato così. Per me la penalizzazione non è giusta. Se non avessi fatto così saremmo caduti insieme, è un punto molto pericoloso. Pur accettando la decisione della Direzione di Gara, l'errore per me è stato fatto da Zarco."

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Iscriviti alle nostre pagine social

facebook twitter google plus youtube

banner motogp CALENDARIO CAMPIONATO 2017

26 marzo - GP del Qatar - Losail

09 aprile - GP di Argentina - Río Hondo

23 aprile - GP d'America - Austin

07 maggio - GP di Spagna - Jerez

21 maggio - GP di Francia - Le Mans

04 giugno - GP d'Italia - Mugello

11 giugno - GP della Catalogna - Barcellona

25 giugno - GP d'Olanda - Assen

02 luglio - GP di Germania - Sachsenring

06 agosto - GP della Repubblica Ceca - Brno

13 agosto - GP d'Austria - Spielberg

27 agosto - GP d'Inghilterra - Silverstone

 10 settembre - GP di San Marino - Misano

24 settembre - GP di Spagna - Aragón

15 ottobre - GP del Giappone - Motegi

22 ottobre - GP d'Australia - Phillip Island

29 ottobre - GP della Malesia - Sepang

12 novembre - GP de la Comunitat Valenciana - Valencia