Motomondiale
Carattere

Piloti di nuovo in pista per il secondo test IRTA 2017, iniziato quest'oggi a Phillip Island. Sullo spettacolare circuito australiano situato a sud-est di Melbourne, Marc Marquez si è guadagnato il consueto ruolo da protagonista, firmando il miglior riferimento cronometrico della giornata (1'29"497) al 53esimo dei 68 giri compiuti, e registrando inoltre il miglior passo gara.

Alle spalle del campione del mondo in carica troviamo Valentino Rossi, che in sella alla sua M1 ufficiale è balzato in seconda posizione a pochi minuti dalla fine della sessione, seguito a ruota dal connazionale Andrea Iannone (terzo a 0.243 sec.) che conferma l'ottimo feeling con la Suzuki. Un buon inizio quello del nove volte iridato, unico pilota in grado di contenere il distacco da Marquez entro i 2 decimi, piazzandosi (per la prima volta) peraltro davanti al compagno di squadra Maverick Vinales.

Titolare del quarto tempo, nonchè ultimo pilota sotto il muro dell'1.30, il neo-acquisto Yamaha si è confermato ancora una volta pericoloso rivale di Rossi, avendo mantenuto un ritmo più alto del collega per tutta la sessione. A chiudere la top five di questa prima giornata di test, soleggiata, ma battuta da un fastidioso vento, è invece Cal Crutchlow (1'30"065), vincitore dello scorso GP d'Australia.

Tre team ufficiali nelle prime quattro posizioni quindi. All'appello manca solo Ducati: è infatti la Desmosedici Octo Pramac Racing di Danilo Petrucci (sesto davanti a Pedrosa) la "rossa" più veloce della giornata, mentre i due alfieri del Ducati Team, Andrea Dovizioso (1'30"410) e Jorge Lorenzo (1'30"631), non sono andati oltre l'ottava e undicesima posizione.

Aprilia chiude il Day 1 con il quattordicesimo tempo di Aleix Espargaro - protagonista nella mattinata di una caduta, senza conseguenze fisiche, alla "Siberia" -, e il ventunesimo di Sam Lowes. Scivolata (nello stesso punto di Espargaro) anche per lo spagnolo Hector Barbera, che ha concluso la giornata in tredicesima posizione (1'30"771).

Il debuttante team Red Bull KTM Factory Racing, deve invece accontentarsi del diciassettesimo e ventiduesimo posto di Pol Espargaro e Bradley Smith, con quest'ultimo in ritardo di oltre tre secondi dal leader della classifica.

Se confrontati con i migliori rieferimenti ottenuti nei test dello scorso anno, i tempi registrati in questa prima giornata sono ancora abbastanza alti. Già da domani inizieremo a vedere (meteo permettendo) dei mioglioramenti consistenti, ma sarà solo venerdì che avremo modo di fare un bilancio più approfondito.

La sessione si è conclusa alle ore 17:45 (australiane). Domani alle ore 09:45 locali (le 23:45 in Italia), il via alla seconda giornata di test.

CLASSIFICA GIORNO 1 MOTOGP TEST PHILLIP ISLAND 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Iscriviti alle nostre pagine social

facebook twitter google plus youtube

banner motogp CALENDARIO CAMPIONATO 2017

26 marzo - GP del Qatar - Losail

09 aprile - GP di Argentina - Río Hondo

23 aprile - GP d'America - Austin

07 maggio - GP di Spagna - Jerez

21 maggio - GP di Francia - Le Mans

04 giugno - GP d'Italia - Mugello

11 giugno - GP della Catalogna - Barcellona

25 giugno - GP d'Olanda - Assen

16 luglio - GP di Germania - Sachsenring

06 agosto - GP della Repubblica Ceca - Brno

13 agosto - GP d'Austria - Spielberg

27 agosto - GP d'Inghilterra - Silverstone

 10 settembre - GP di San Marino - Misano

24 settembre - GP di Spagna - Aragón

15 ottobre - GP del Giappone - Motegi

22 ottobre - GP d'Australia - Phillip Island

29 ottobre - GP della Malesia - Sepang

12 novembre - GP de la Comunitat Valenciana - Valencia