Motomondiale
Carattere

La seconda giornata di test IRTA al Sepang Internationale Circuit è stata, per metà influenzata, dalla presenza di chiazze d'umido su tutto il tracciato, provocate dalla pioggia torrenziale caduta sul circuito nella nottata.

La maggior parte dei piloti sono quindi scesi in pista solo alle ore 14:30 circa, per continuare il lavoro di sviluppo in sella alle proprie moto. Grande protagonista in questo secondo giorno di test è stato Andrea Iannone che in sella alla Suzuki si è mostrato costante sul passo, e incredibilmente veloce nel giro secco. A 15 minuti circa dalla fine, il pilota di Vasto si è dedicato al Time Attack, registrando il nuovo riferimento della tre giorni malese in 1'59"452, ovvero 0.228 sec. più basso del best lap registrato da Stoner ieri. La sfida è lanciata !

Andrea è stato l'unico in grado di scendere sotto il muro dei due minuti, non ci è riuscito neanche Maverick Vinales che in sella alla Yamaha M1 ufficiale ha comunque ottenuto il secondo miglior tempo della giornata, benchè in ritardo di 0.407 sec. rispetto all'avversario italiano.  

La Ducati migliore quest'oggi non appartiene al team ufficiale, ma a quello privato di Jorge Martìnez (Pull&Bear Aspar Team) che esulta per l'ottima performance del suo nuovo pupillo Alvaro Bautista, autore del terzo tempo (2'00"219) in sella alla Desmosedici GP16 #19.foto bautista motogp test sepang 2017

In assenza del mal di testa che gli ha impedito ieri di girare serenamente, Valentino Rossi quest'oggi si è potuto dedicare alla sperimentazione di soluzioni alternative per la sua M1, come ad esempio la nuova "doppia" carenatura (portata in pista ieri dal collaudatore Kohta Nozane) che dovrebbe in parte sopperire alla mancanza delle appendici aerodinamiche (winglets), bandite quest'anno dal regolamento tecnico. Valentino ha concluso la giornata siglando il quarto miglior tempo (2'00"254), ma il distacco dalla testa della classifica è ancora pesante (0.802 sec.).

Nella top five anche il rookie Johann Zarco su M1 Monster Yamaha Tech 3 (2'00"343), mentre resta fuori - per soli 8 millesimi - lo spagnolo Hector Barbera in sella alla Ducati #8 del team Avintia Racing. Giornata nell'ombra, ma comunque proficua, per Andrea Dovizioso, che si è dedicato alla sperimentazione di nuove soluzioni per la sua Desmosedici GP. Il forlivese ha chiuso la sessione in settima posizione (2'00"441).

Va già meglio Jorge Lorenzo, fra i pochi piloti a scendere in pista sin dalla mattina, potendo così compiere la bellezza di 66 giri del tracciato, che gli hanno permesso di prendere maggiore confidenza con la Desmosedici GP, e migliorare il tempo registrato ieri. Il maiorchino ha chiuso in ottava posizione con il crono di 2'00"484, 0.864 sec. più basso del best lap di ieri.

Chiudono la top ten il debuttante Jonas Folger in sella alla seconda Yamaha del team Tech 3 e un Marc Marquez ancora in affanno a causa di alcuni problemi all'elettronica della sua RC213V. Il campione del mondo in carica, ha concluso la sessione con il decimo tempo (2'00"531) in tasca davanti all'Aprilia dello spagnolo Aleix Espargaro e alla LCR Honda del britannico Cal Crutchlow, dodicesimo in 2'00"691.

Da segnalare le cadute di Aleix Espargaro (11°), Scott Redding (15°), Loris Baz (18°), Danilo Petrucci (17°) e Tito Rabat (23°), quest'ultimo trasportato all'ospedale di Putrajaya per gli accertamenti del caso. Domani alle ore 10:00 (le 3:00 italiane) il via alla terza ed ultima giornata di test.

CLASSIFICA GIORNO 2 MOTOGP OFFICIAL TEST SEPANG 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Iscriviti alle nostre pagine social

facebook twitter google plus youtube

banner motogp CALENDARIO CAMPIONATO 2017

26 marzo - GP del Qatar - Losail

09 aprile - GP di Argentina - Río Hondo

23 aprile - GP d'America - Austin

07 maggio - GP di Spagna - Jerez

21 maggio - GP di Francia - Le Mans

04 giugno - GP d'Italia - Mugello

11 giugno - GP della Catalogna - Barcellona

25 giugno - GP d'Olanda - Assen

02 luglio - GP di Germania - Sachsenring

06 agosto - GP della Repubblica Ceca - Brno

13 agosto - GP d'Austria - Spielberg

27 agosto - GP d'Inghilterra - Silverstone

 10 settembre - GP di San Marino - Misano

24 settembre - GP di Spagna - Aragón

15 ottobre - GP del Giappone - Motegi

22 ottobre - GP d'Australia - Phillip Island

29 ottobre - GP della Malesia - Sepang

12 novembre - GP de la Comunitat Valenciana - Valencia