Attualità
Carattere

foto crollo viadotto scorciavacche palermo agrigentoInaugurato il 23 dicembre, è crollato a Capodanno dopo neanche 10 giorni il nuovo viadotto Scorciavacche sull'Autostrada che collega Palermo ad Agrigento.

L'anomalo cedimento solleva parecchi dubbi sulla buona costruzione dell'opera costata 13 milioni di euro, ultimata tra l'altro con ben tre mesi di anticipo sulla data di ultimazione lavori prevista ed indicata sul capitolato d'appalto.

Il crollo, che fortunatamente non ha causato nessun incidente, si è verificato fra il km 226,040 e il km 227,040 (località Mezzojuso) dell'arteria.

La Procura di Termini Imerese ha aperto un'inchiesta per crollo colposo, fra le società coinvolte nella realizzazione dell'opera figurano Bolognetta SCPA, raggruppamento temporaneo d’imprese che comprende la CMC di Ravenna, la CCC di Bologna e la Tecnis Spa di Catania.

La vicenda ha scatenato reazioni violente da nord a sud, con l'intervento anche da parte del Presidente del Consiglio Matteo Renzi, il quale ha espresso tutta la sua indignazione attraverso il seguente tweet :

"Viadotto Scorciavacche, Palermo. Inaugurato il 23 dicembre, crolla in 10 giorni. Ho chiesto a Anas il nome del responsabile. Pagherà tutto. #finitalafesta": così ha scritto su Twitter Renzi, dopo aver appreso la notizia. E poco dopo, su Facebook: "Il viadotto delle Scorciavacche 2, sulla Palermo Agrigento, inaugurato lo scorso 23 dicembre e costato 13 milioni è crollato. Solo per una fortunata coincidenza non si è fatto male nessuno, ma questo non cambia di una virgola le colpe dei colpevoli. Ho chiesto a ANAS il nome del responsabile: è finito il tempo degli errori che non hanno mai un padre. Pagheranno tutto".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{nomultithumb}