Tecnica
Carattere

moto rimessaggio invernaleInverno, stagione più brutta dell'anno motociclisticamente parlando, in quanto spesso si è costretti a chiudere la moto in garage per tutto il periodo freddo, in attesa di condizioni climatiche più consone.

Ma prima di mettere a "riposo" la moto è bene adottare dei piccoli accorgimenti per mantenerla in condizioni ottimali lungo tutto il periodo di non utilizzo, affinchè sia pronta per rientrare agevolmente in funzione in prossimità della bella stagione. Vediamo un pò quali sono le operazioni indispensabili da effettuare:

PULIZIA ACCURATA

Uno scrupoloso lavaggio servirà a rimuovere tutto lo sporco accumulato durante il normale utilizzo, sopratutto quello nascosto. La migliore cosa da fare, prima di prendere la cordina in mano, consiste nel rimuovere le carene in modo tale da avere maggiore accesso alle parti meccaniche e con l'ausilio di un compressore insufflare aria compressa per tirare fuori tutti i sassi che avete raccolto durante le vostre scorribande sui passi di montagna.

Terminata questa operazione potrete rimontare le carene ed effettuare il lavaggio a mano accurato. Ciò che raccomandiamo sempre, è di non utilizzare le idropulitrici in quanto l'azione dell'acqua ad alta pressione, a lungo andare, rovina le parti verniciate. L'utilizzo di prodotti specifici per il lavaggio, come detergenti e sgrassatori per moto vi aiuterà a rimuovere facilmente lo sporco più ostinato. Grasso catena impiastricciato sul codone, fango, aloni di benzina, residui carboniosi, moscerini spiaccicati sul cupolino, saranno rimossi facilmente e senza danneggiare nulla.

Finita l'operazione di lavaggio, dopo aver asciugato per bene la moto all'ombra e con l'ausilio di un panno morbido, è sempre consigliabile passare due mani di cera rapida che lascia un sottile strato protettivo sulle plastiche e mantiene viva la vernice. Per le plastiche non verniciate usate un prodotto idoneo che le ravviva e le protegge.

CURA DELLE PARTI MECCANICHE

Dopo il lavaggio occorre pulire ed ingrassare lacatena di trasmissione. La prima delle due operazioni va eseguita con l'ausilio del petrolio bianco e di un pennello. Mettete un giornale sotto la moto per non sporcare il pavimento del vostro garage e fate scorrere la catena in senso antiorario passando il pennello imbevuto di petrolio sulla parte superiore della catena.

Quando la catena sarà ben bagnata passate della carta assorbente per eliminare tutto lo sporco. Terminata l'operazione di pulizia aspettate qualche ora affinchè i residui di petrolio siano completamente evaporati. Adesso la catena è pronta per ricevere un'abbondante spruzzata di lubrificante per catene

Il motore e i suoi componenti più importanti (cilindri, pistoni, segmenti ecc) vanno preservati versando, all'interno di ciascun foro candela, un cucchiaio di olio motore. Successivamente occorre installare i cappucci sulle candele, mettere le candele sulla testa del cilindro in modo che gli elettrodi siano a massa, quindi mettere in rotazione diverse volte il motore con lo starter. L'operazione appena descritta serve a distribuire uniformemente sulle pareti dei cilindri un velo di olio motore, che eviterà grippaggi al primo avviamento primaverile.

PRESERVARE IL SERBATOIO BENZINA

Prima di mettere la moto in letargo è opportuno svuotare il serbatoio della benzina. La benzina al suo interno oltre a deteriorarsi potrebbe contenere tracce di acqua che a lungo andare potrebbero causare la comparsa di ruggine. In alternativa potete aggiungere uno stabilizzatore del carburante da miscelare con la benzina contenuta nel serbatoio.

MANUTENZIONE DELLA BATTERIA

Operazione di notevole importanza consiste nel rimuovere la batteria e nel metterla sotto carica per mantenerla in salute. La batteria, durante il periodo di non utilizzo della moto va riposta in un luogo asciutto, sottoposta a cicli di carica una volta al mese. Comprate un caricabatterie per moto, spenderete poche decine di euro ma eviterete l'eventuale sostituzione della batteria quando andrete a riprendere la moto.

CAVALLETTI

Una volta eseguite tutte le operazioni descritte in precedenza, qualora la vostra moto non fosse dotata di cavalletto centrale, è bene acquistare una coppia di cavalletti per mantenere le ruote staccate dal suolo durante il periodo di non utilizzo, scongiurando eventuali deformazioni degli pneumatici, meglio ancora utilizzare un cavalletto a perno passante che oltre a fare quanto già detto, mantiene entrambe le sospensioni completamente estese.

UTILIZZO DEL TELO COPRIMOTO

A questo punto la moto è pronta per andare a nanna ma non prima di aver messo una copertina per evitare che la polvere vanifichi le operazioni di pulizia che vi hanno fatto sudare tanto. Compritela bene con un lenzuolo o meglio ancora con un telo coprimoto traspirante (per interni), in grado di evitare il formarsi di condensa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{nomultithumb}

Iscriviti alle nostre pagine social

facebook twitter google plus youtube