Tecnica
Carattere

Sempre più frequentemente mi capita di sentire amici che vogliono cimentarsi nell'arte del fai da te, ovvero nella manutenzione ordinaria e straordinaria della propria moto.

Niente di più bello ! Chiaramente, affinchè ciò sia possibile, occorre possedere un pò di manualità, un manuale di servizio, l'attrezzatura giusta e dulcis in fundo un bel box tranquillo, pulito e con un pò di spazio libero a disposizione. Molto spesso, il primo acquisto in termini di strumenti per giocare a fare il meccanico, riguarda la tanto osannata chiave dinamometrica.

Si tratta di una particolare chiave a cricchetto reversibile il cui braccio di leva, più volgarmente detto "lunghezza", è direttamente proporzionale al range di coppia della chiave stessa. Lo strumento, permette di serrare un bullone, una vite o un dado ad un determinato valore di coppia che viene generalmente espressa in Nm (Newton per metro) e può essere regolata per mezzo di una ghiera graduata che si trova solitamente sull'impugnatura della stessa.

Quando il serraggio del bullone, vite o dado raggiunge il valore impostato la chiave emette uno scatto o un segnale acustico nel caso l'utensile sia di tipo elettronico con display digitale. La dinamometrica è uno strumento necessario per garantire il serraggio prescritto dalla casa costruttrice, senza rovinare le delicate filettature dei componenti impiegati sulle moto moderne, in particolare tutti quelli soggetti a dilatazione termica. A proposito di questo occorre ricordare quanto siano delicate le sedi della bulloneria dei coperchi carter, realizzate in leggero alluminio o quanto siano accurati i serraggi da eseguire sulle testate dei propulsori moderni.

Esempio di chiavi dinamometriche

immagine chiave dinamometrica usag

 immagine chiave dinamometrica beta

foto chiave dinamometrica elettronica beta

CHIAVI CON GONIOMETRO

Alcuni modelli hanno un goniometro (fig. 1-2-3) incorporato che serve ad indicare la rotazione della chiave in gradi poichè in alcuni casi, molto sporadici a dire il vero, oltre al valore in Nm del momento torcente viene indicato un valore di serraggio angolare in gradi, è il caso ad esempio del dado del rotore alternatore.esempio goniometro chiave dinamometrica

QUALE RANGE SCEGLIERE ?

Molto spesso il potenziale acquirente, si trova in difficoltà nella scelta della chiave con il range più adatto all'utilizzo che ha intenzione di farne. Il mio parere è di non acquistare chiavi con range molto ampi come 0÷200. Per coprire intervalli così ampi acquistate piuttosto 2 chiavi separate in quanto possono garantirvi una precisione maggiore.

Ad ogni modo, una chiave con range 5÷25 o 6÷30 in aggiunta ed una 30÷150, ad esempio, andranno benissimo per la totalità della bulloneria di qualsiasi moto. Orientatevi sempre su prodotti conosciuti e con un ottimo servizio di assistenza post-vendita poichè le chiavi dinamometriche vanno periodicamente ritarate, affinchè siano sempre efficienti e garantiscano la precisione originaria.

Alcuni fra i range più diffusi:

- Usag: 1÷5, 5÷25, 10÷50, 20÷100, 40÷200, 68÷340 Nm;

- Beta Utensili : 8÷60, 20÷100, 40÷200, 68÷330 Nm;

- Pestorino Expert: 5÷25, 10÷50, 20÷100, 40÷200, 60÷340, 150÷750 Nm;

- Stahlwille: 6÷50, 30÷150, 40÷200, 60÷300 Nm;

- Teng Tools: 5-25, 10÷60, 10÷100, 20÷100, 19÷110, 20÷200 Nm;

- Proxxon: 3÷15, 6÷30, 20÷100, 40÷200 Nm.

© RIPRODUZIONE RISERVATA